Erin Rizzato Devlin

versi irrequieti, anarchici, solitari che cercano di scavarsi una tana tra le carni tenere e gli spiriti delicati